Produzione


Qualità e innovazione nel segno della tradizione

Tradizione ed innovazione, esperienza e competenza, qualità della materia prima e soprattutto amore per la pasta, hanno reso Alberto Poiatti un marchio di prestigio nel mercato della pasta, e uno dei più importanti e apprezzati interpreti dell’arte pastaia.

Nel corso degli ultimi decenni, numerosi sono stati gli interventi di ammodernamento e ampliamento degli impianti produttivi, confluiti nel 2000 nel nuovo stabilimento di Santa Venerina, situato in un luogo dove la natura è protagonista e progettato per essere in armonia con l’ambiente che lo circonda.

Moderno e innovativo, sia nella struttura sia nelle tecnologie impiegate, a garanzia di efficienza, sicurezza e qualità, lo stabilimento occupa una superficie di circa 50.000 mq, di cui 10.000 coperti e destinati a produzione e magazzino.

I macchinari all’avanguardia del settore e i migliori grani maturati al sole di Sicilia, consentono la produzione di paste dalle caratteristiche davvero eccellenti, la cui corposità esalta tutti i sughi e i condimenti, dai più semplici ai più fantasiosi, e stupisce ogni volta con la bontà del suo sapore.

L’acqua utilizzata per l’impasto è quella che sgorga dalle sorgenti etnee, rinomata per la sua purezza, e durante la pastificazione, le semole di grano duro, selezionate con cura, sono impastate sottovuoto, per garantire l’omogeneità dell’idratazione, un colore dorato e un profumo intenso, l’assenza di ossidazioni e la migliore qualità di glutine.

La qualità finale, inoltre, pur nel rispetto delle più antiche regole pastaie, è garantita dal rispetto del programma HACCP e degli standard IFS e BRC (per entrambi Higher Level Certification) certificati dal DNV.

Grazie anche ai controlli di qualità effettuati dal laboratorio interno e alla sapiente miscela di grani pregiati, la pasta Alberto Poiatti oggi soddisfa le esigenze più selettive in fatto di gusto, genuinità e qualità.

L’azienda Alberto Poiatti ha saputo impostare la produzione come un vero sistema ad alta tecnologia, in cui si integrano oggi 4 linee produttive, 11 confezionatrici e una logistica automatizzata, controllata in ogni fase da un centro informatizzato.

Attualmente la produzione ha una potenzialità di oltre 600.000 quintali di pasta annui, potendo contare su linee produttive, in grado di toccare le 230 tonnellate quotidiane:

  • una linea per pasta lunga Pavan da 2.500 kg/h;
  • una linea per pasta corta Pavan da 3200 kg/h;
  • una linea di pasta corta e pasta tranciata Pavan da 2000 kg/h;
  • una linea (combinata) per paste speciali (nidi) da 600 kg/h o pasta corta da 2200 kg/h.

La produzione a ciclo continuo su tre turni da 8 ore può contare su una solida e flessibile capacità di confezionamento automatico, che varia dal tipico packaging tradizionale a “cuscino” a quello a “fondo quadro” (con cartone espositore e non), con la possibilità di lavorare il bulk da 5 Kg. Si produce automaticamente anche il carton box su pedana 80×120 e mini box 60×80 per le esposizioni al dettaglio fuori banco e le offerte speciali.

L’intero processo di confezionamento è totalmente automatizzato con fardellatrici meccaniche, robot pallettizzatori, navette di accompagnamento e avvolgitori finali del prodotto finito a magazzino.